Ultima modifica: 2 febbraio 2018

FREQUENZA SCOLASTICA

La frequenza scolastica è un requisito fondamentale per garantire un efficace percorso formativo all’alunno, oltre che un diritto-dovere sancito dalla nostra Costituzione.

Nella scuola secondaria di primo grado assume un’importanza decisiva, dal momento che ai fini della validità dell’anno scolastico, per procedere alla valutazione finale di ciascuno studente, è richiesta la frequenza di almeno i tre quarti  dell’orario annuale personalizzato.

Il Collegio dei docenti ha previsto – in casi eccezionali, motivati e straordinari – le seguenti deroghe al suddetto limite:
– gravi motivi di salute adeguatamente documentati;
– terapie e/o cure programmate;
– esigenze familiari eccezionali che non consentano la frequenza scolastica;
– partecipazione ad attività sportive e agonistiche organizzate da federazioni riconosciute dal CONI;
– adesioni a confessioni religiose per le quali esistono specifiche intese che considerano il sabato come giorno di riposo.